Sarde a beccafico rivisitate

Se mi volto indietro, il tempo sembra quasi essere volato in questi giorni, seppur allo stesso tempo l’incedere dei mesi è apparso appeso alle note di un lento valzer. Non mi ero ancora resa conto sino a ieri che ormai
sono davvero pochissime le settimane che mi separano 
dalla felicità più completa ed assoluta… 
presto potrò stringere tra le braccia il mio piccolo principe, 
tanto atteso e tanto desiderato al punto che
mi sembra ancora di sognare. 

Così, gli impegni si infittiscono, si accavallano e purtroppo io procedo lentamente, vuoi per il sonno che ha portato con sé la gravidanza, vuoi per la cura farmacologica che mi “rallenta” in tutti i sensi.

Quello che vi presento oggi è un piatto della tradizione siciliana, le famosissime sarde a beccafico che questa volta incontrano il sapore deciso di un formaggio d’oltralpe, l’Emmentaler dop.
Questo piatto è un caposaldo della tradizione culinaria siciliana e non può assolutamente mancare nelle tavole di ogni famiglia che spesso aggiunge alla ricetta il suo tocco personale. A casa nostra è così e la regina nella preparazione di questa pietanza è senza alcuna ombra di dubbio nostra madre che come sempre, le prepara ad occhio, eccezion fatta per questa volta in cui il suo occhio è stato convertito minuziosamente in peso dalla mia bilancia elettronica ;)Posso dirvi che la ricetta per noi è così speciale che mia sorella se le fa preparare da mia madre ogni volta che decide di portarle in tavola ed io, che avendo vissuto a distanza non potevo conoscere le esatte dosi, sono felice di averle adesso nero su bianco. Potrò così prepararle ogni volta che ne avrò voglia e non solo perché questo piatto è parte del mio territorio ma anche e soprattutto perché è parte della tradizione culinaria della mia famiglia.

sarde-a-beccafico

 

Sarde a beccafico( Sicilian stuffed sardines )

Tempo di preparazione e tempo di cottura

30 minuti + 30 circa di cottura

La lista degli ingredienti

 

per quattro persone
600 grammi di sarde pulite ed aperte a libro (circa 1 kg da pulire)
200 grammi di pangrattato
120 grammi di emmentaler dop
120 grammi di latte
4/5 uova medio/grandi
10 grammi di sale
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1/2 cucchiaino di pepe
farina 00 q.b.
olio per friggere q.b.

Prepariamole insieme

  1. Laviamo le sarde sotto l’acqua corrente e priviamole delle squame. Se fossero da pulire, tagliamole a libro, evisceriamole e priviamole della lisca e della testa.
  2. In una ciotola amalgamiamo il pangrattato, l’emmentaler grattugiato, il latte, il prezzemolo, il pepe ed il sale ed aggiungiamo 4 uova intere, se il composto risultasse asciutto, aggiungiamo un quinto uovo sino a renderlo omogeneo e non troppo morbido. La consistenza deve essere simile all’impasto delle polpette.
  3. Richiudiamo un cucchiaio circa del composto ottenuto tra due sarde – come fosse un panino imbottito – passiamolo nella farina e friggiamolo in olio bollente sino a che la superficie si sarà dorata.
Con questa ricetta partecipo al contest #noiCHEESEamo dei formaggi svizzeri DOP organizzato da Peperoni e patate

 



8 thoughts on “Sarde a beccafico rivisitate”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.