La ricetta degli struffoli

Ok, vivo tra le nuvole talvolta, lo ammetto! Tanto che non mi ricordavo quando finisse il carnevale ed oggi ho chiamato mia sorella per chiederle “ma carnevale finisce martedì o giovedì?”! Voi conoscete già la risposta ed io puntualissima – per modo di dire – scrivo la ricetta degli struffoli cicerchiata con pistacchi e smarties ad un giorno appena dalla  fine della festa più colorata dell’anno!
In realtà per questa ricetta gli ingredienti li abbiamo tutti in casa, forse a qualcuno mancheranno i pistacchi o gli smarties ma potrete sostituirli con quello che vi indicherò in calce nei suggerimenti 😉 (occhiolino)
La ricetta me l’ha data mia madre ma tanto per cambiare io l’ho cambiata un pò. Il lupo perde il pelo ma non il vizio si dice e, per quanto mi riguarda, credo che parecchie volte questo detto mi calzi a pennello!
Vi abbraccio bella gente e vi auguro tanto sano divertimento!

struffoli-ricetta-cicerchiata

 

Struffoli o cicerchiata

(struffoli recipe)

La lista degli ingredienti

 

per 12 pirottini


300 grammi di farina 00
40 grammi di zucchero
40 grammi di burro
2 uova grosse
2 cucchiai di limoncello o altro liquore
la scorza grattugiata di un limone
per lo sciroppo
40 grammi di zucchero
180 grammi di miele
40 grammi di pistacchio di Bronte, facoltativo
per la decorazione, facoltativa
smarties q.b.
diavolina colorata q.b.Prepariamola insieme

  1. Lavoriamo tutti gli ingredienti sino ad uniformare l’impasto. Avvolgiamolo nella pellicola e lasciamolo riposare circa 30 minuti in frigorifero.
  2. Trascorso il tempo di riposo (che può essere anche superiore), infariniamo il piano di lavoro e tagliamo dei pezzi  di impasto. Rotoliamoli sino a formare dei bastoncini che taglieremo per ottenere delle palline delle dimensioni di un cece.
  3. Diamo loro una forma tondeggiante e friggiamole poco per volta in abbondante olio caldo sino alla loro doratura. Tiriamole fuori e lasciamole raffreddare su della carta assorbente.
  4. Nel frattempo versiamo in una pentola il miele con lo zucchero ed i pistacchi interi, lasciamo bollire a fuoco dolce per qualche minuto. Spegniamo la fiamma, versiamo le palline all’interno  della pentola rimestandole con un cucchiaio di legno per sciropparle completamente.
  5. Mettiamole nei pirottini e decoriamo a piacere con la diavolina colorata e gli smarties.

 

 SUGGERIMENTO
♥  Potete sostituire il pistacchio con delle mandorle, scaglie di mandorle, della frutta candita o del cedro candito.

 

♥  La forma tradizionale della circerchiata è ad anello. Potete ottenere questa forma su un piatto da portata con un bicchiere di vetro al centro. Vi basterà disporre le palline tutte intorno. Quando si sarà raffreddato e solidificato tirate fuori il bicchiere e servite.
Argomenti correlati♥ La ricetta delle chiacchiere super friabili e leggerissime
♥ Churros cubani
♥ Castagnole

 



42 thoughts on “La ricetta degli struffoli”

  • Che bella ricetta Viviana! 🙂 Un tuffo al cuore nel passato…le preparava sempre la mia nonna…bellissime foto e complimenti!Ila

  • boniii in calabria si chiamano tardilli ma sono quasi uguali….vivi, tu sei una santa e sai il motivo!GRAZIE GRAZIE GRAZIE

  • Vivi, non ti preoccupare, se ti può rincuorare io non ho proprio festeggiato….festività questa che ho saltato a più pari, ricette incluse eppure queste cicerchie me le sarei pappate se non fossi a dieta ovvio……le conosco bene perché una mia cara zia ora defunta ahimè le preparava sempre e le sue origini campane venivano fuori in un nano secondo…….ti abbraccio fortissimoVale

  • Questa, in barba al carnevale andato, io devo troppo provarla!!! Giù in Puglia da mio marito gli chiamano purcedduzzi e usano mangiarli nel periodo natalizio.Me la segno e provo ;)Bacio

  • Tesora per quest'anno lesalto mi perdoni??? ma credo saranno favolose bone che sono con i pistacchi!!!! sisisis da provare … per il prossimo … be ma vanno bene pure a Pasqua non trovi la mia nonna le faceva simili … in Romagna si chiamavano gnocchetti di miele … tutto il mondo è paese … un bacione strapazzoso … ma uno normale non lo so dare??? baci giusi_g

  • Con tutte queste prelibatezze fritte sto impazzendo oggi! Meno male che oggi carnevale finisce. Bellissimi, anche io li conosco come struffoli, belli colorati e allegri, come sei tu tesoro

    • Ahahahhahbene, sappi che io ho dimezzato la ricetta, che se poi la dimezzi e la dividi ancora per due diventa un: "Oh my God, perchè l'ho fatto? Sono così buone che ne voglio ancora!"Ma la bilancia dice altro e così, porto pazienza!Grazie mille Terry, ci vediamo da te

  • e io la leggo solo ora, ormai la rimando al prossimo carnevale, se resisto, favolosa un bacione e a vederci presto

  • Innanzi tutto la foto ha dei colori meravigliosi!!! Io li mangio sempre volentierissimo… dal "lato" di Sicilia dove abito io (ovvero prov. di Trapani) per noi è la "Pignolata" ma si sa certi cibi cambiano nome e subiscono variazioni, anche solo a distanza di pochissimi km! Ps: Anche io non avevo idea di quando finisse il carnevale, ancora adesso non ho capito quando è iniziato! ;*

  • ma sai che non li ho mai provati!!! e si che adoro frittelle e co.. mi faccio un appunto.. li voglio fare!!! un baciovale

  • ehi ho capito come hai finito le uova!!! però ne hai fatto un buon uso 🙂 PS io vedo i tuoi post da FB, non lascio granchè commenti ma ci sono, l'unica cosa è che non riesco a seguirti da bloglovin, continua a darmi il tuo vecchio indirizzo e a dirmi che non hai post nuovi…magari è un problema solo mio!baciraffaella

    • Ciao Raffaella, grazie per la segnalazione. Sto provvedendo a sistemare la cosa!Hai visto dove sono finite? Ma se ne acquistassi 30. in due ce le dovremmo tirare in faccia credo! Ahahahahahaha 😉 sai di cosa parlo! :DUN mega kiss e ben trovata

  • Ciao cara e ben tornata. Subito vedo 2 ricettive golose golose. Questa poi con il pistacchio…. bontà! Le crostatine poi, che delizia, quelle le proverò domenica per il compleanno della mia nipotina. Ti sapro' dire. Tutto bene? Da quello che leggo sembra proprio così 🙂 Un abbraccio

    • Ciao Ivana!!!!Grazie mille! Ho l'ansia da preparazione adesso! ahahhhhahahUn bacione enorme ed a presto, gli auguri li posticipo perchè non si fanno prima :DUn abbraccio grande anche a te!

  • Ma sono gli struffoli? Io li ho fatti a natale e non li ho postati, poi ho visto che si usano anche a carnevale… e non li ho postati… Ho la testa tra le nuvole! E chi mai lo sostituirebbe il pistacchio di bronte che letteralmente A-DO-RO??? non sia mai. Carini gli smarties, fanno tanta allegria. Come il tuo sorriso! Abbraccio. Poi ti scrivo per una proposta indecente…

    • Postali oggi, sei ancora in tempo! Allora siamo in due e siamo in buona compagnia! Ti ringrazio moltissimo Elena e fammi tutte le proposte indecenti che vuoi, in buona compagnia si vive meglio!Ti abbraccio!

  • La tua cicerchiata mette subito allegria <3 A Napoli li chiamiamo struffoli e li adoroooo!Baci a teEnrica

  • adoro questi piccoli e dolcissimi dolcetti….spesso la suocera di mia sorella li fa, lei è del sud, e quando posso assaggiarli….beh, non ci sono parole!

  • Tranquilla Vivi, a Milano finisce sabato, quindi la ricetta è ancora perfettamente in tempo ;))))Un abbraccio,Cri

  • Ciao Viviana, ti ho conosciuto su Fb, il Tuo blog e le Tue pubblicazioni mi interessano, da oggi sono dei Tuoi………………se Ti può interessare io sono un pasticcere!!!!!!!!!!!!!! A presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.