Pesto al pistacchio

Sono in arretrato con qualche ricetta ma ecco che ne tiro fuori altre due proprio ieri.
Finalmente pare che io abbia smesso di avere la forma del divano – o il divano la mia –  e che piano piano inizi a stare meglio, anche se non mi sono del tutto ripresa dall’influenza che mi ha devastata per quasi una settimana! Tosse a cui non sono riuscita a porre un freno con la miracolosa tisana allo zenzero che solo un mesetto fa mi ha salvata in un paio di giorni. Una settimana fatta di notti insonni, mal di testa, raffreddore, mal di costole (no, no è che mi metto in competizione col mio amore, che per fortuna sta già meglio) e febbre, signora febbre che spesso non sa proprio dove sto di casa. Insomma, oggi sembro quasi una persona normale! Le energie sono tornate a me 🙂 (sorrisetto)
La prima ricetta che vi presento è frutto di una votazione sulla mia pagina fb, avrei potuto fare amblimbletta paletta paletta ma ho preferito fare scegliere a chi mi segue cosa avrebbe voluto leggere per prima. E dopo quello che sembrava un ex aequo con la pizza con patate, parmigiano ed erba cipollina, ha vinto lei: la seconda versione del  pesto al pistacchio. Vi ho già scritto del pesto di pistacchio ottenuto a freddo e promesso la versione che prevede la cottura, eccomi quindi con un pesto che arricchirà i nostri piatti nella stagione fredda. Ancora un’altra volta utilizzerò l’oro verde che ho in casa, il famoso pistacchio di Bronte che si distingue oltre che per il seme più piccolo anche dal caratteristico colore violaceo e soprattutto per una sapidità non paragonabile agli altri.
Dopo questo post farò una virata verso una panna cotta che solo stamane ho assaporato e che è frutto di un esperimento ben riuscito. Esperimento che contiene un ingrediente  – che presto vi svelerò – che ancora nessuno ha utilizzato perché è nuovo ma vecchio come lo è l’isola di Robinson Crusoe.
Si tratta di una bacca la cui polpa è un concentrato di di salute e vitalità e, perché no?! Contiene il segreto dell’eterna giovinezza! Perché la salute vien mangiando, è questo che ho imparato dall’incontro con il Dott. Barry Sears solo qualche mese fa all’Unico di Milano.
#staytuned
pesto-pistacchio

Pesto di pistacchio

 
La lista degli ingredienti
100 grammi di pistacchio sgusciato non salato
50 grammi di granella di pistacchio
1 cipolla, oer me bianca
1 confezione di panna da cucina
olio evo
sale q.b.
pepe bianco, facoltativo
Prepariamo il pesto di pistacchio insieme
  1. Tagliamo la cipolla a strisce sottilissime e lasciamola cuocere in padella in abbondante olio, senza che si dori eccessivamente.
  2. Intanto versiamo 100 grammi di pistacchi in un piccolo frullatore ed avviamolo sino a che otterremo una granella di pistacchi non eccessivamente farinosa.
  3. Versiamo la granella ottenuta in padella e lasciamo cuocere insieme alla cipolla a fiamma dolcissima per circa 10 minuti, rimestando di tanto in tanto. (Non deve friggere ma cuocere)
  4. Aggiungiamo ora la panna da cucina, amalgamiamola e lasciamo sul fuoco ancora un paio di minuti, aggiustiamo di sale e maciniamo un filo di pepe se ci piace.
  5. Sminuzziamo i restanti 50 grammi di pistacchio con una mezzaluna per ottenere una granella più grossa che andremo ad aggiungere sul piatto prima di servirlo.
Il pesto di pistacchio è pronto per accompagnare la nostra pasta preferita, su cui vi suggerisco di spolverare un po’ di parmigiano grattugiato.


38 thoughts on “Pesto al pistacchio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.