Gelato alla pesca con pesche caramellate

Ok, in fondo sono solo una blogger od almeno… ci provo…
Fotografare è passione ed arte, e non tutti gli scatti riescono col buco come le ciambelle e come noi vorremmo. Non sempre si è ispirati, aiutati dalla luce adatta e dall’ambiente. Specie se l’oggetto da immortalare è un gelato esposto a temperature equatoriali! Anche questa è una di quelle cose  che proprio non mi riesce di fare bene 🙂
Sono qui con un nuovo post veloce veloce, fresco e caldo insieme. Due ricette in una fatte di contrasti per chi ama sperimentare come me e non – nel caso del non, vi basterà non accompagnare il gelato alla pesca con la pesca caramellata.
Le pesche sciroppate che ho utilizzato in questa ricetta sono homemade e sono il dolcissimo dono fattomi dalla mia carissima amica Delia – con cui ieri ho condiviso una meravigliosa esperienza – e sono state preparate dalla sua bravissima mamma 🙂
Pronti ad assaporare questo gelato? Nel prossimo post vi parlerò di sorprese 🙂

gelato-pesca-pesche-caramellate

 

Lista degli ingredienti



per il gelato alla pesca
400 grammi di polpa di pesche – mature e saporite
200 grammi di zucchero semolato
200 grammi di latte
200 grammi di panna
2 pesche sciroppate (facoltativo)
3 semi di pesca
1 bustina di valillina
1 tuorlo
per le pesche caramellate
pesche
burro
zucchero semolato o di canna

Preparate così



il gelato alla pesca

  1. Lavate le pesche, privatele della loro buccia, tagliatele a tocchetti e passatele nel mixer o nel frullatore insieme ai semi contenuti all’interno dei loro noccioli. Se non desiderate sentire sotto ad i denti parte dei semini, filtrate il tutto.
  2. Montate il tuorlo con lo zucchero e metteteli all’interno di una casseruola insieme al latte, alla panna ed alla vanillina, fate intiepidire a fuco basso e spegnete. Unite la polpa di pesche e lavorate con la frusta od il cucchiaio per fare amalgamare il tutto. Lasciate che si freddi.
  3. Tagliate a piccoli tocchetti le pesche sciroppate ed unitele al composto.
  4. Una volta a temperatura ambiente mettetelo nella gelatiera o in un recipiente di vetro e passatelo in freezer. Nel caso in cui non abbiate la gelatiera, procedete come per tutti i gelati e le granite: lavoratelo di tanto in tanto con una frusta o una forchetta sino al completo congelamento.
le pesche caramellate 

  1. Lavate le pesche nella quantità desiderata. Tagliatele e privatele del nocciolo.
  2. Fate sciogliere in una padellina antiaderente una noce di burro ed un cucchiaio raso di zucchero per ogni pesca. Unite le pesche e lasciate che cuociano su tutta la sua superficie a fuco moderato.
  3. Quando lo zucchero si sarà caramellato, spegnete la fiamma e servite accompagnando le pesche tiepide con il gelato alla pesca. Potrete utilizzare lo zucchero per decorare la superficie ed aggiungere quel tocco croccantino che non dispiace affatto.
Decorazione
Le pesche caramellate potranno essere tagliate a metà, a quarti, a fettine o formando dei cerchi con il buco in mezzo (la parte del nocciolo) in cui potrete disporre una pallina di gelato. Io ho ottenuto una sorta di tulipano incidendo con tre parti una metà.


34 thoughts on “Gelato alla pesca con pesche caramellate”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.