Lo sciroppo di rose, il nettare degli Dei sulle nostre tavole

Eccomi qua come anticipato sulla mia fan page di fb con una dolce ricetta. Con le mani pulite – anche se non so voi ma dopo che impasto alla fine mi ritrovo sempre con qualche pezzettino nascosto da qualche parte- sono pronta a scrivere per voi come promesso, la ricetta dello sciroppo di rose.
La scorsa domenica, per il compleanno di Alessandro, ho raccolto le calle dal vaso gigante che abbiamo dinanzi l’ingresso di casa e che mi ha dato il mio babbo prima di trasferirmi sei anni or sono nonché le rose che erano nel giardino di casa per metterle come centro tavola per la sua festa. Dopo qualche giorno, prima che ci lasciassero definitivamente e quando erano ancora vigorose, non soddisfatta delle numerose ricette che le avevano avute come oggetto, ho deciso di deliziare ancora i nostri palati con questa dolce novità ed ancora una volta ho racchiuso in una piccola boccetta di vetro il loro profumo ed il loro prelibato sapore.Cosa dirvi?! Non dovete perdere la possibilità di assaporare questa delizia che sembra quasi un nettare donato a noi dagli Dei, e voi, potrete averlo tranquillamente in casa vostra perché la ricetta è più semplice e veloce di quel che crediate. Devo ringraziare Simona Stentella del blog “la casa del coniglio bianco” che in un commento lasciato sulla marmellata di rose che avevo fatto mi ha dato l’idea! Mi aveva scritto di non aver frullato nella sua versione i petali e “tin” la lampadina si è accesa sul mio capo ed ho subito pensato di farne lo sciroppo, quindi, grazie Simona!! 🙂 Anche se la ricetta è mia mi piace poter aggiungere chi mi ha semplicemente fatto affiorare l’idea. Leggo spesso su alcuni blog di nomi accennati ma senza mai linkare altre fonti o blogger e seppur questa sia una mia nota polemica nei confronti di qualche blogger, la lascio perché credo fortemente nella collaborazione tra persone che si scambiano idee e che condividono le stesse passioni. Nessuna di noi è una tuttologa e molte volte, farebbe bene confessarlo – e linkarlo come minimo – che un piatto che abbiamo preparato ci è stato ispirato da un’altra food blogger… Io vi linko sempre, tranquille, anche se poi stravolgo la ricetta a modo mio 😉
Ma torniamo alla ricetta dello sciroppo ai petali di rosa: la regola è, almeno la mia perché non ho seguito nessuna ricetta e per fortuna mi è andata bene, per ogni rosa, 100 grammi di zucchero e 100 ml di acqua.
rose syrup homemade
come fare lo sciroppo di rose

Sciroppo di rose

( rose syrup )

La lista degli ingredienti

 

i petali di due rose non trattate e profumatissime

 

200 grammi di zucchero semolato
200 ml di acqua

Preparate lo sciroppo di rose così

  1. Lavate in una bacinella i petali di rosa in acqua fredda, mettetele in una pentola insieme allo zucchero ed all’acqua e lasciate che risposino l’intera notte.
  2. Al mattino, accendete il fuoco a fiamma bassissima e fate ridurre sino alla consistenza di uno sciroppo. Io ho impiegato circa 30 minuti.
  3. Eliminate i petali e versate all’interno di un barattolo di vetro sterilizzato e capovolgendolo sino a che sarà a temperatura ambiente per creare il sottovuoto.

Potrete utilizzare lo sciroppo di rose per arricchire una crema, una panna cotta od un biancomangiare. Se mi venissero in mente altri abbinamenti vi aggiornerò di sicuro.

Ps. Non buttate i petali, perché ve li farò riciclare e vi indicherò la ricetta prestissimo, si può rovinare così un boccone del prete dico?! Penso proprio di no! 🙂 Argomenti correlati

♥  Biancomangiare alle mandorle con sciroppo di rose


25 thoughts on “Lo sciroppo di rose, il nettare degli Dei sulle nostre tavole”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.