Marmellata di rose

…due sabati fa non ho resistito, lo confesso! Ho atteso che si schiudessero, ci donassero un pò della loro bellezza e poi, prima che inesorabilmente lasciassero cadere i loro petali in terra, le ho recise. Ed ho deciso che il loro profumo ci parlasse ed odorasse ancora di loro per un pò.
Mia zia Maria, utilizza spesso il libro dell’Artusi ed io incuriosita, l’ho sfogliato ed ho appuntato qualche ricetta interessante qua e la, questa è una di quelle: la confettura di rose.
La marmellata che ho ottenuto, è stata una vera scoperta, buona, buonissima, sarà che le rose che ho in giardino profumano davvero tanto, sarà un pò di fortuna ma spero di conoscere presto il nome della specie per comunicarlo anche a voi. Qualche piccola variazione rispetto al libro c’è ed una di queste è per noi vantaggiosa, noi uomini del ventunesimo secolo abbiamo il frullatore ad immersione ma coloro che ci hanno tramandato questa ricetta avevano due ingredienti fondamentali che crediamo talvolta di possedere solo noi uomini moderni, ovvero: fantasia e voglia di sperimentare.
E’ fondamentale utilizzare rose che non siano state in serra o siano state fertilizzate, le mie non lo sono fortunatamente.  Vi lascio con l’immagine delle marmellata di rose sul plumcake che ho preparato la stessa sera e la ricetta che ho variato in un ingrediente che terrò in serbo per me perché proverò a proporla a qualche azienda, chissà che mi vada bene 🙂 incrociate le dita!
Se ve li siete persi, ecco anche i petali di rose brinati ed in arrivo il biancomangiare su cui ho adagiato questa delicatissima marmellata!

confettura-rose-marmellata

 

Confettura di petali di rose( rose petal jam )

 

La lista degli ingredienti

 

600 grammi di zucchero semolato
500 ml di acqua
200 grammi di petali di rose
il succo di mezzo limone

Preparatela così

  1. Staccate i petali delle rose e poneteli in una bacinella con dell’acqua fredda. Poneteli all’interno della pentola insieme allo zucchero ed all’acqua. Avviate il frullatore ad immersione e riducete in purea i petali.
  2. Accendete il fuoco a fiamma bassa ed avviate la cottura mescolando di tanto in tanto.
  3. Verificate la consistenza facendo la prova del piattino, quando lo sciroppo che si è formato è denso, spegnete e conservatela all’interno dei barattoli sterilizzati in precedenza che capovolgerete sino a che si saranno raffreddati per far si che si formi il sottovuoto.

Cosa dirvi? E’ di una delizia sorprendente!

 

 Argomenti correlati

 

♥  Biancomangiare alle mandorle con sciroppo di rose

 



38 thoughts on “Marmellata di rose”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.