Conservazione del lievito madre per lunghi periodi: il congelamento

Eccoci al quarto appuntamento sul lievito madre. Dopo aver parlato del rinfresco e della sua conservazione a breve e
lungo termine, vi parlerò di come conservarlo qualora non possiate
rinfrescarlo nei tempi previsti o qualora partiate per andare in vacanza
magari 🙂
Ieri, per la prima volta, dopo aver fatto il rinfresco, ho panificato ed ho fatto la pizza. Non ho le foto ma posso dirvi che già l’impasto, sotto le mani, aveva tutta un’altra consistenza, molto più elastica e morbida. Non parliamo poi del sapore… davvero molto leggero e friabile. Non mi sono dedicata ai passo dopo passo perchè avevo una valigia ed un aereo da prendere in mattinata per tornare a casa dai miei, quindi sono certa che pazienterete.Procedete con il normale rinfresco con un unico accorgimento, ovvero fare un impasto leggermene
più sodo, utilizzando un cucchiaio di farina in più quando lo
impasterete. Immediatamente dopo dovrete riporre il lievito madre all’interno di una bustina di plastica ben sigillata e  metterlo in freezer. In genere è ottimale non superare i 3 mesi di conservazione.

come-conservare-il-lievito-madre

 

E dopo il congelamento?

Naturalmente, dopo essere stato congelato, il lievito madre avrà perso un pò della sua forza. E’ buona norma e fondamentale scongelate a temperatura ambiente il lievito e procedere al normale rinfresco. In questo caso però, per dargli forza, si dovranno effettuare dei rinfreschi ogni giorno sino a quando non raddoppierà il suo volume entro 3/4 ore al massimo.

Articoli correlati

♥ Il rinfresco del lievito madre
♥ Come conservare il lievito madre
♥ Conservazione per lungo periodo: la liofilizzazione

 



23 thoughts on “Conservazione del lievito madre per lunghi periodi: il congelamento”

  • Buongiorno, l'anno scorso nel mese di agosto ho dovuto congelare la pasta madre. L'ho scongelata a settembre, ravvivata, rinfrescata ogni settimana, utilizzata fino ad oggi. Ora, a distanza di un anno, avrei bisogno di congelarla nuovamente. Secondo voi la regola "non congelare quello che hai già scongelato" si applica anche al lievito madre? Io credo di no: essendo un cibo "vivo", quest'anno non sto ricongelando quello che avevo congelato l'anno scorso. Mi sfugge qualcosa? Grazie! CARLO

  • Buongiorno, ho scongelato ieri sera la pasta madre e l'ho riposta nel frigorifero, stamattina l'ho tirata fuori dal frigo ma non è lievitata di una virgola sono nuovo nel campo, Lei parla di mettere un cucchiaino di miele, ma devo rimpastarela con farina e acqua?

    • Buonasera. Occorre lasciarla a temperatura ambiente e poi eseguire più rinfreschi sino apache avrà riacquistato la sua forza, quindi aumentera di volume in 3/4 ore. Al primo rinfresco è sicuramente consigliabile un aiutino aggiungendo a farina ed acqua il miele.

  • Gentilissima,Ho recuperato il mio primo lievito madre dall impasto della pizza. Una volta congelato, la settimana successiva l abbiamo scongelato e ravvivato, quindi, ho fatto l'impasto per la pizza . Ora, avrei congelato una nuova parte dell' impasto per riutilizzarlo la settimana prossima. Questa cosa è giusta? Ma soprattutto sana?Praticamente congelo sistematicamente percentuali dello stesso lievito madre di settimana in settimana.Grazie e distinti saluti

    • Buonasera, in realtà questa pratica renderebbe sempre meno attivo il lievito, ovvero perderebbe la sua forza. Se lei impastasse settimanalmente, la pratica più idonea sarebbe quella di conservarlo in frigorifero per poi procedere anche a soli due rinfreschi: uno infrasettimanale ed uno che precede l'impasto che le servirà. Spero di esserle stata di aiuto e di rileggerla. Le auguro una buona serata

    • Vorrei precisare che congelo sempre nuovo impasto ma, con indeterminate percentuali del primo, fatto con il lievito di birra.Saluti.Luca

    • Dovrai avere qualche giorno di pazienza, tu dagli un aiutino con un cucchiaino di miele. Conosco una ragazza che dopo il congelamento ed i successivi rinnovi ha ottenuto un lievito madre ancora più forte del precedente 😉

    • Dovrai avere qualche giorno di pazienza, tu dagli un aiutino con un cucchiaino di miele. Conosco una ragazza che dopo il congelamento ed i successivi rinnovi ha ottenuto un lievito madre ancora più forte del precedente 😉

    • Devi solo avere un po' di pazienza per qualche giorno. Rinforzalo con un cucchiaino di miele o malto d'orzo e vedrai che andrà benissimo. Un amica lo ha addirittura ottenuto più forte del precedente 😉

    • Ciao, sì, devi procedere così dopo il suo scongelamento sino a che avrà riacquistato nuovamente forza. Naturlamente prima di riporlo in frigo fai passare almeno 4 ore come per il normale rinfresco.baci

  • BUONGIORNO, IL MIO LIEVITO NON HA MAI RADDOPPIATO IL VOLUME IN 3-4 ORE MA DOPO 6-8 ORE COME MAI? NON E' BUONO? COSA DEVO FARE GRAZIE INFINITE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.