Quando i tartufi diventano cake pops

Ebbene, ieri è stato un pomeriggio meraviglioso, bellissima la compagnia, bellissima la festicciola, superba la festeggiata. Avrete notato come non mi piaccia fare i nomi dei più piccoli, nè pubblicare loro immagini, anche se il dettaglio della manina di questa bimba di cui mi sono innamorata non poteva mancare. Se mai non dovessero arrivarne di nostri, non nego che ho un debole per i bimbi di colore, anche se tutti i piccoli del mondo, sono stelline che illuminano questa terra fatta di giganti buoni e meno buoni.
I genitori della cucciola mi han chiesto i tartufi ed io, potevo dire di no?? Felicissima di questa come di ogni richiesta da parte di cari amici mi sono cimentata nella loro preparazione, decisa a non far festeggiare solo i palati dei più grandi ma anche i palati e gli occhi dei più piccini, protagonisti indiscussi della festicciola di compleanno. Io ero tra le più emozionate, nessuno me lo avevo chiesto e se lo aspettava ed io mi sentivo come una bambina in attesa di fare una bella sorpresa a tutti! Sono tremenda! Ma chi mi segue da un pò, questo lo ha già imparato o capito da tempo 😉
Ho semplicemente seguito la ricetta dei tartufi che preparo ma naturalmente non ho messo il rum nella preparazione di questi cake pops. Non vi dico le facce sorprese di tutti, i bambini mi chiedevano se fossero veri  e se avessero potuto mangiarli… tesori, ed io tutta felice insieme ad Emiliano li ho distribuiti. Avrei voluto moltiplicarli quasi ma ancora non ne sono ancora capace 😛 😉
cake-pops-biscotti-ricetta

La lista degli ingredienti

per circa 20 cake pops

 

150 grammi di pan di stelle

 

150 grammi zucchero
150 grammi burro
50 grammi cacao in polvere amaro
per la copertura

 

200 grammi cioccolata bianca
200 grammi diavolina colorata

Preparazione

– Frullate i pan di stelle sino a ridurli in farina unite il burro a temperatura ambiente, lo zucchero ed infine il  cacao in polvere. Impastate il tutto sino a che si sarà ben compattato e riponete in frigorifero per circa 30 minuti o più.

– Una volta tirato fuori l’impasto, formate delle palline più o meno della stessa dimensione, riponetele in un vassoio e mettetele in frigo nuovamente (non devono scaldarsi perché andranno immerse nel cioccolato fuso dopo).
– Sciogliete a bagnomaria in un bollitore per latte o comunque in un recipiente metallico piccolo il cioccolato bianco, lavoratelo qualche minuto e spegnete la fiamma.
– prendete i tartufi e praticate con la parte superiore di uno spiedino di bamboo un foro a circa metà del suo spessore. Intingete mezzo centimetro del bastoncino per lecca lecca nel cioccolato fuso ed inseritelo subito nella pallina (li dove avete praticato il foro di ingresso) ora immergete tutto il tartufo, tiratelo fuori e fatelo roteare per eliminare il cioccolato in eccesso. Immergete nella diavolina colorata e se si presentano zone più piene, pulite delicatamente o premete delicatamente con le mani per far fissare il tutto in maniera precisa ed eliminare l’eccesso.
Riponete sul vassoio e passate in frigorifero. Vanno servite fredde (non conosco la reazione rispetto alla temperatura dell’ambiente in cui si trovano).
Non ne è caduto nemmeno uno a terra, posso assicurarvelo 🙂

Confezione:

Ho acquistato e decorato due bicchieri di plastica a forma di vasetto, ho incollato con la colla a caldo un fiocco ed una perlina rosata cucita sopra.

 

All’interno ho inserito del polistirolo rivestito di pellicola trasparente a cui, con l’aiuto di una spiedino di bamboo, ho praticato dei fori a raggiera a partire dall’interno verso l’esterno alternando per ogni cerchio i buchi.
Ho inserito i tartufi pops leggermente inclinati verso l’esterno. Ho ritagliato dei cuoricini di cartoncino colorato, incollato con la colla a caldo su dei bastoncini da spiedino, annodato un nastrino e riposto sul fondo tanti smarties colorati, anche quelli sono spariti tutti 😉

 



40 thoughts on “Quando i tartufi diventano cake pops”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: