giovedì 29 giugno 2017

Pesto di portulaca

Il pesto alla portulaca - conosciuta anche come porcacchia o porcellanaè un pestato non solo super facile e super veloce da preparare ma anche una fonte ricchissima di omega-3 il cui sapore saprà conquistare anche i più scettici. Sul filone delle erbe spontanee commestibili, vi presento questa ricetta che di certo entrerà a far parte dei vostri #maipiùsenza. Perfetto per condire vari formati di pasta, gnocchi, 5 cereali e riso sarà un ottima crema da spalmare sulle bruschette, crostini e per arricchire il sapore dei nostri sandwich.

pesto-di-portulaca

Pesto di portulaca

{ purslane pesto }




La lista degli ingredienti

una tazza di portulaca, circa 150 grammi
1 tazzina da caffè di olio evo, circa 50/60 grammi
3 cucchiai di parmigiano reggiano
una manciata di mandorle o noci
1 spicchio di aglio privato dell'anima
sale


Prepariamo il pesto alla portulaca insieme

  1. Laviamo con cura la portulaca sotto il getto d'acqua corrente, separiamo le foglie e la parte apicale della pianta - ovvero le cime che andremo ad utilizzare per la preparazione del pesto.
  2. Lasciamo asciugare su di un canovaccio e versiamo nel mixer con il resto degli ingredienti. Avviamolo sino a formare una crema.
Il nostro pesto alla portulaca è pronto. Possiamo conservarlo in frigorifero per 3/4 giorni al massimo all'interno di un contenitore con coperchio o decidere di surgelarlo per assaporarlo in diversi periodi dell'anno.

Un ottimo rimedio per evitare che il nostro pesto si ossidi per via del calore sprigionato dal frullatore è quello di riporre le lame del mixer in freezer od in frigo prima di utilizzarle.



Ogni volta che iniziamo a pensare di essere il centro dell’universo,
l’universo si gira e dice con un’aria leggermente distratta:
“Mi dispiace. Può ripetermi di nuovo il suo nome?”

Margaret Maron

8 commenti:

  1. Che colore magnifico!!!
    UN abbraccio

    RispondiElimina
  2. Conosco bene la portulaca e qualche anno fa ne facevo delle vere scorpacciate perchè avevo trovato un bel campo incontaminato dove nasceva spontanea!
    Adesso l'hanno coltivato ed io sono rimasta senza la mia fornitura speciale :-(
    Non sai quanto mi intrighi il tuo pestato...buon we dolcezza <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Consuelo. Sono quasi in partenza ed il mio compagno non è tipo da raccogliere semi ma se riesco a trovarli al mio rientro (ovvero a ritrovare le piante vive e vegete 😂) ti prometto che ti metto i semi in busta e te li spedisco!
      Un abbraccio mega galattico

      Elimina

🍰 Non perderti una ricetta con le newsletter, ISCRIVITI GRATIS

✍ Ogni commento o richiesta di chiarimento è graditissimo

✔ Condividi le foto dei tuoi piatti sui miei social Instagram e Facebook