mercoledì 9 ottobre 2013

La pasta alla carbonara, una ricetta tutta italiana

Quante volte l'abbiamo portata in tavola?! Credo non si possano contare in una vita.
La carbonara è il primo piatto preferito dal mio fratellone, ma anche a noi fa molta gola! Tra la pasta alla gricia (la vera amatriciana) e quella alla carbonara c'è una sorta di concorrenza su chi dovrebbe detenere il primo posto sul podio in casa nostra anche se, se di gara si trattasse, sono certa che molti dei piatti della cucina italiana se lo contenderebbero sul filo del rasoio.

Qualche anno fa, mi venne suggerito di unire all'uovo qualche goccia di limone spremuto. L'ho provato ma non sento una gran differenza a livello di sapidità, credo piuttosto che interferisca leggermente sulla cremosità dell'uovo rispetto alla tradizionale ricetta della pasta alla carbonara.
Quindi, se vi va di sperimentare, aggiungetene senza esitazione qualche goccia nella vostra preparazione e mi saprete dire meglio voi magari :)

Spaghetti alla carbonara

( Spaghetti carbonara )



La lista degli ingredienti

200 grammi di spaghetti grossi
100 grammi di guanciale o pancetta
40 grammi di pecorino romano grattugiato
2 uova
ul filo di olio evo
pepe q.b
sale q.b.



Prepariamola insieme

  1. Mentre lasciamo bollire l'acqua per la pasta, iniziamo con il tagliare il guanciale a listarelle non troppo sottili.
  2. Mettiamolo in una padella in grado di accogliere anche la pasta con un filino accennato di olio e lasciamo che soffrigga per qualche minuto.
  3. In una ciotola sbattiamo le uova, aggiungiamo il pecorino ed un pizzico di sale facendo amalgamare gli ingredienti.
  4. Una volta cotti gli spaghetti scoliamoli e versiamoli in padella, aggiungiamo l'uovo e spadelliamo velocemente.
  5. Come tocco finale maciniamo un pò di pepe sul piatto da portata e serviamo. Gli spaghetti alla carbonara sono pronti, buon appetito!


 Nota 

I puristi vogliono che non si accenda il fuoco della padella e che si mangi l'uovo così come si presenta.
Credo che qualche goccia di limone in questo caso possa aiutarci lasciando che la pasta mantenga una sorta di cremosità. Potremo quindi cuocere leggermente sul fuoco per pochissimi secondi la nostra pasta alla carbonara.
Il tutto dipende come sempre dai gusti personali, quindi, prendete per buoni i consigli ma non lasciate mai il vostro ;)

14 commenti:

  1. io non ce la faccio a mangiarlo crudo l'uovo ....non mi fido ....una passata sul fuoco veloce la devo fare che visione .... buona giornata

    RispondiElimina
  2. Mamma mia Vivi tra carbonara e grigia io vado in estasi ne mangerei un piatto anche adesso e del limone non ne sapevo niente, proverò!! Io di solito faccio cosi: uso solo i tuorli e creo una sorta di cremina sbattendoli con il pecorino e parmigiano, poi mette un pochino di latte per renderla più fluida. Prova e fammi sapere...cmq gnammmmm che fame!!! Bacioniiiiii, Imma

    RispondiElimina
  3. Buona, buona, buona e splendidamente presentata. Tu sui primi hai una marcia in più .
    Un bacione
    Lisa

    RispondiElimina
  4. Ottima, io uso un solo uovo per 200 g di pasta e anche io ripasso la pasta con l'uovo in padella, una cosa che ho notato è che con gli spaghetti l'uovo non si aggruma, rimane piuttosto cremoso, con la pasta corta invece un po' si, quindi per me gli spaghetti sono il top!! Proverò il limone comunque, non sapevo questo trucchetto!
    Ma quanto mi piace la carbonara!!!!
    Buona giornata Vivi!!

    RispondiElimina
  5. un classico della cucina romana, mi hai fatto venir una vogliaaaa, alle 10 di mattina sarà normale poi?

    RispondiElimina
  6. la adoro! La faccio una volta a settimana, ma come la impiatti tu è tutta un'altra storia :) Buona giornata

    RispondiElimina
  7. Se dico come la mangio io la carbonara CHIUNQUE probabilmente inorridirebbe...lo dico?? altro che non cuocere l'uovo... io lo unisco alla pasta (non troppo cotta) insieme alla pancetta passata in padella e via ancora 5 minuti buoni di padella... ahah l'uovo deve essere super cotto!! solo allora me la mangio!! lo so che non si dovrebbe.. ma non posso vedere l'uovo anche solo un pò morbido.. proprio non ci riesco!! ;) A parte questo orrore.. mi piace l'idea di aggiungere qualche goccia di limone...dovrò povare!!

    RispondiElimina
  8. Ciao dolcissima...mamma mia io adoro la pasta alal carbonara....>_<..sono una vera golosona di questo piatto..lo mangerei tutti i giorni!>_<...mmmm a vedere questa foto me la mangerei anche ora!!!..e ho mangiato da poco!!..eh...eh..fantastico!!Un bacione grande...

    RispondiElimina
  9. ciao Vivi
    io l'adoro e ancor di più la gricia!!!
    però sono purista ^_^
    bacio

    RispondiElimina
  10. Io adoro la carbonara, in generale amo la pasta, ma la carbonara è proprio un mondo a parte...ho mio zio che me la fa benissimo, io la mia ancora la sto perfezionando...bhe mangiarla è proprio un momento di pura goduria per me! se ti va passa dal mio blog e magari seguimi :)

    RispondiElimina
  11. Anche da noi la pasta alla carbonara va alla grande: mio marito però se ne serve subito, con l'uovo crudo, per me e le mie figlie lo faccio scaldare un pochino. =)
    Daniela

    RispondiElimina
  12. Tesoro mio io adoro la carbonaraaaaaaa :P Ecco mi è venuta di nuovo fame! :D Bravissima, un bacione e buona serata! :**

    RispondiElimina
  13. Ciao Vivi, buona la carbonara ma.... con l'uovo passato qualche secondo in padella!!! Io sapevo che il limone si mette quando si usano le uova crude (sopratutto l'albume) serve da "disinfettante" ma in questo caso potrebbe anche dare un tocco in più
    Un bacio

    RispondiElimina
  14. Hai nominato due paste eccellenti, carbonara e Gricia.... Uuuuuh che bontà!!!
    Ricordo ancora con estasi una carbonara mangiata in una osteria a Roma l'anno scorso....
    Io la faccio come te, con una veloce spadellata.
    Quella del limone, invece, non l'avevo mai sentita...

    RispondiElimina

🍰 Non perderti una ricetta con le newsletter, ISCRIVITI GRATIS

✍ Ogni commento o richiesta di chiarimento è graditissimo

✔ Condividi le foto dei tuoi piatti sui miei social Instagram e Facebook