giovedì 19 settembre 2013

Caponata siciliana, la ricetta originale

Amicizia: Quale sentimento è più simile all'amore  se non suo pari?! 

Sono per il pari perché credo che l'amicizia sia una forma d'amore, e non perché io sia un'inguaribile romantica o sognatrice. Le delusioni e le brutte botte non sono di certo mancate e quelle mi hanno disillusa e ferita fortemente ma, non mi sono mai arresa a pensare che non esistesse del tutto, anzi! Spesso l'amicizia cambia semplicemente forma: in certi casi diviene amore, in altri un legame quasi di fratellanza, in altri si tramuta in affetto perché non si è più sulla stessa lunghezza d'onda e, nei casi più gravi, rimane solo tale in un angolo di cuore quando si è stati feriti a tal punto da aver chiuso definitivamente quel capitolo della propria vita. Mai pentirsi di ciò che si è provato, vissuto e dato però. Chi ci ha ferito, ha ferito per primo se stesso... non dimentichiamocene! Vi sembra poco che abbia perso proprio noi?!? ;)
Ho sempre amato i miei amici e le mie amiche e per anni, ho versato lacrime amare sino a che ho smesso di farlo quando ho preso coscienza che le persone cambiano e cambiamo anche noi. Ho chiuso i rapporti che rimanevano a senso unico e mi sono aperta a chi c'è stato, è rimasto e ci sarà. L'amicizia con la A maiuscola esiste e non saranno di certo gli anni, la distanza e le differenze a renderla logora nonostante talvolta non manchino le incomprensioni. Non è una questione di numeri, né una questione di tempo ma negli anni diviene una questione di qualità.... qualità ed amore! Ed io ho la fortuna di avere degli amici e delle amiche vere al mio fianco ancora oggi!

L'evento all'Unico di Milano è stata l'occasione per incontrare una di queste, Eleonora e di incontrare una nuova amica, Ivana e magari chissà, anche di nuove...

Eleonora ed io siamo amiche da quando avevo 13 anni, ricordo ancora bene la nostra prima uscita, era il 19 marzo del 1989 ed oggi mi avvicino ai 40 a passi da gigante. Capirete bene da voi che rapporto esista tra noi, nonostante la distanza che ci separa. A casa sua sono stata accolta da Maurizio e da Giuseppe in maniera calorosa e naturale. Quasi fossi stata li dietro l'angolo da sempre. Ho vissuto pochissimi giorni insieme a loro ma intensi, frizzanti, rilassanti e se non fosse stato perché dovevo fare ritorno all'ovile, sarei rimasta ancora più che volentieri anche se fra meno di due settimane saranno loro a raggiungere me e si tratterranno per una decina di giorni quasi! Questa chiamasi: felicità!
Non posso farvi sentire la gioia che avevamo nel vedere il suo bimbo impegnato a sguazzare in piscina o mentre faceva il suo mestiere preferito: il paleontologo al Museo delle Scienze Naturali di Milano, nè posso farvi sentire le risate e la gioia dello stare insieme, nello sfogliare vecchi album fotografici dove c'erano due ragazzine sorridenti come del resto siamo tornate ad essere quella sera... la tenerezza ed i ricordi meravigliosi che ci legano alle persone della nostra giovinezza non smetteranno mai di vivere e pulsare nei nostri cuori! La notte prima della partenza abbiamo whatsappato sino a tarda notte spedendo foto e commenti a molti di loro. Che notte, che magia, peccato non si fosse tutti li riuniti insieme ancora una volta! 

Vista la vicinanza ho colto l'occasione di conoscere finalmente Ivana che spesso trovate qui tra i commenti del mio blogghi e della mia fan page. Lei è diventata un'amica virtuale pian piano nel tempo, ci siamo spesso scritte in privato, cercate, ci siamo fatte delle confidenze e finalmente ci siamo abbracciate! Prima dell'arrivederci a presto spero, non so quante volte io l'abbia riabbracciata, quasi a non volere che andasse via! Non lo sapevo ma era il giorno del suo compleanno ed io ero li a mani vuote. Lei che per il mio di compleanno ha preparato una torta vera in quel di Pavia con tanto di dedica e me ne ha fatto dono. Ho pianto per quel regalo e non lo dimenticherò mai. Se il suo gesto ha riempito il mio cuore, darà idea anche a voi di quanto sia grande il suo! Se siete della zona ed avete bisogno di una torta, pensate a Zia Ivana. Chi cucina col cuore ha sempre una marcia in più!
Siamo state insieme a sorseggiare un caffè ed un ginseng  per un'oretta scarsa. E' stato davvero poco il tempo da trascorrere insieme ma allo stesso tempo quell'ora è sembrata espandersi per la sensazione di benessere e tranquillità che avevamo entrambe, quasi fossimo amiche da sempre! La promessa che ci siamo fatte è quella di rivederci ed è e rimarrà un punto fermissimo!

Concludo, perché l'amicizia è un sentimento così importante che non rientra di certo nelle misere paginette di un solo post! Quindi avremo modo di riparlarne, magari insieme chissà! Per quanto bello possa essere un racconto, nessuno ha così tanto tempo e voglia di leggere un intero poema epico con la massima attenzione! Il post è già lunghissimo così com'è... mi domando: c'è qualcuno che ha finito di leggere tutto senza annoiarsi un pò?! Se si alzi la mano please :)
Vi lascio quindi la ricetta originale della mia terra: la Caponata siciliana. Non la faccio da anni per i miei noti problemi di linea ma, poteva forse mancare sul mio blog ed una volta ogni tanto in tavola?!? Io credo proprio di no, sicula sugnu (siciliana sono). Dopo questa brevissima parentesi lessicale, vi lascio il post con la ricetta ;)

caponata-ricetta-originale-siciliana
caponata catanese, la vera caponata siciliana

Caponata siciliana

 sicilian caponata


La lista degli ingredienti

1 grossa melanzana
1 grosso peperone
1 pomodoro
1 cipolla piccola
1 costa di sedano
1 cucchiaio di uvetta sultanina
1 cucchiaio di aceto
2 cucchiai di pinoli
2 cucchiaini di zucchero
6 capperi
6 olive verdi
sale q.b.
olio evo o per fritture
cacao amaro in polvere (facoltativo)


Prepariamola insieme

  1. Tagliamo a cubetti la melanzana, mettiamola in una ciotola capiente con del sale e coperta dall'acqua per circa 10 minuti. Intanto tagliamo a listarelle i peperoni,  a cubetti il pomodoro, affettiamo la cipolla, il sedano e le olive.
  2. Friggiamo in olio bollente la melanzana, scoliamo e mettiamo da parte. Facciamo lo stesso con il peperone, sempre nell'olio di prima. Scoliamo ed uniamo alla melanzana fritta.
  3. Facciamo rosolare la cipolla insieme al sedano. Quando la cipolla si sarà dorata aggiungiamo il pomodoro, lasciandolo scottare per qualche minuto. E' l'ora di unire l'uvetta, i pinoli, le olive ed i capperi. Aggiungiamo i peperoni e le melanzane, saliamo e lasciamo cuocere la caponata a fiamma bassa per cinque minuti.
  4. Prepariamo l'agrodolce facendo sciogliere lo zucchero nell'aceto, versiamo nella padella, amalgamiamo il tutto e spegniamo la fiamma.

La caponata siciliana va servita rigorosamente a temperatura ambiente. Per darle un tocco di modernità potrete spolverare del cacao amaro in polvere direttamente sul piatto da portata.






33 commenti:

  1. Cara Viviana, io sono una fan della cucina siciliana e la caponata è uno dei mie piatti preferiti...assieme a tanti altri ora che ci penso bene!!
    Grazie per avere postato la tua ricetta, almeno da adesso la farò come si deve!!
    Un bacione!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia :* grazie mille, la tua pastasciutta oggi mi ha fatto venire una gran fame!! :*

      Elimina
  2. Cara Vivi, di cantonate e non caponate ne ho prese molto anch'io, le delusioni in fatto di amicizia sono sempre dietro l'angolo, così come in un tutti i apporti umani, te guarda in amore, o nei rapporti professionali, tanto che mi sono quasi auto convinta che l'amicizia, quella vera non esiste, o forse non esiste per me! Tu, con la tua dolcezza, stasera mi hai dimostrato che i rapporti veri e sinceri tra le persone ci possono essere, forse ancora io devo incontrare il mio amico, quello a cui darei tutti e lui per me farebbe altrettanto, non lo so....forse, spero....tanto! Ottima la caponata e una abbraccio a te!
    Maddy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maddy, scusa se mi permetto di abbreviare il tuo nome così, spero non ti dispiaccia!
      Le delusioni ci sono e ci saranno sempre aimè... piace a tutti piacere e spesso molti pur di stare al centro dell'attenzione o ottenere qualcosa dagli altri, indossano una bella maschera fingendo. Io credo che tu abbia già un amico al tuo fianco e non è da sottovalutare affatto. Il mio compagno è forse il mio migliore amico in assoluto, lui conosce ogni aspetto di me e talvolta credo che mi conosca più lui che io stessa e mi ama per i miei pregi ma soprattutto per i miei difetti perché ce ne vuole per sopportarli di pazienza!!!
      Forse, romanticamente siamo legate all'idea dell'amicizia come quella che vivevamo in gioventù, crescendo l'amicizia cambia, le strade si separano, gli impegni si intensificano. Sognavo di andare a spasso con i miei figli e con quelli delle amiche, sognavo di andare a fare la spesa con loro quando saremmo diventate donne... oggi non faccio nell'uno ne l'altro... Vuoi perché viviamo tutte lontane, vuoi perché quelle che stanno vicine a me lavorano. Ogni tanto lo faccio con la mia amica Magela però :)
      Questo per dirti che dopo avere preso mille cantonate ho smesso di sognare ad occhi aperti ed ho iniziato a vivere i rapporti così come sono. Le ferite ci fanno chiudere dietro ad un muro e dietro a quel muro appare tutto così buio, grottesco, orribile! Apri qualche finestrella, affacciati dietro a delle feritoie e scorgerai che la luce, la bellezza, ed un poco di bontà ancora esistono intorno a noi, basta solo saperle e volerle cogliere nelle cose più semplici. E' cambiato tutto nella mia vita da quando l'ho fatto io.
      Con Ele non mi vedo ne mi sento spesso come vorrei. Quando eravamo ragazzine uscivamo insieme ogni santo giorno ma scoprire che casa sua era casa mia, mi ha fatto ritrovare quelle che eravamo un tempo quasi il tempo si fosse fermato. Ho smesso di farmi domande credo ed ho smesso di sognare iniziando a vivere quello che viene così com'è... vorrei tanto esserti di aiuto ma magari faccio danni... però sappi che se servisse, seppur lontana, ci sono e dico sul serio! Ma sul serio sul serio!! Io ci sono, anche da perfetta estranea. Basta solo che tu bussi alla mia porta e sarò felice di spalancarla a te! Un grande abbraccio, grande come sono certa sia tu :*

      Elimina
  3. Alzo la mano, ho letto tutto d'un fiato e i miei occhi non si sono staccati un'attimo. Condivido le tue idee sull'amicizia e.... mi sono commossa....
    Sono stata proprio fortunata ad incontrarti e spero di cuore di poterti rivedere di nuovo, magari con quanche ora in più a disposizione
    Baciotti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ivanaaa, spero presto prestissimo anche io! Hai una santa pazienza, sono logorroica certe volte! O forse sempre ;) haahhahahhha mille baci

      Elimina
  4. Mi piace molto :) Deve essere buonissimo :) I follow you beautiful blog. I hope you will follow me back and I will wait for you in my blog

    RispondiElimina
  5. Cara Viviana, se passi da me, ho una sorpresa per te! Un abbraccio
    Annalisa lacucinadellaportaccanto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Annalisa, grazie mille, passo subito :*

      Elimina
  6. Alzo la mano anche io...l'ho letto tutto d'un fiato! L'amicizia è amore e se è vera non viene diminuita né dal tempo, né dalla distanza...quando ci si ritrova si ha la stessa confidenza, la stessa complicità anche dopo mesi di distanza!
    Bella caponata, mi piace da morire e me la segno subitissimissimo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simo, quanto è vero! Sembrava non ci fossimo separate mai. E' stato così bello! Ti ringrazio. Un grande abbraccio

      Elimina
  7. Che belle che siete ! la vera amicizia sopravvive alla lontananza, al tempo, alle intemperie. sopravvive a tutto. ti resta dentro ovunque tu vada.
    Belle. un abbraccione.
    GiuseB

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, appena vedrà la foto mi menerà di sicuro ma queto è il mio diario di viaggio e lei è nella mia vita da quasi sempre... poteva mancare??? Credo proprio di no :)
      Un abbraccio anche a te e grazie!

      Elimina
  8. ciao Vivi
    io il post l'ho letto tutto e tutto di un fiato!
    quando si parla di emozioni legate all'amicizia sono presente! Felice di averti letta e confesso che prima di leggere la ricetta son corsa a commentare le splendide parole che hai scritto prima....specchio di un animo sensibile e nobile!
    ti abbraccio virtualmente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille Anna! Pensavo di essermi incupita con gli anni ma ho deciso di ritornare a prendere quello che ero o meglio, quello che tenevo al riparo dentro per paura di soffrire e sai che c'è?! Vuoi l'età, vuoi l'esperienza, non si soffre più come un tempo perché si da il giusto valore alle cose ed alle persone che contano veramente :)

      Elimina
  9. Un inno bellissimo all'amicizia tesoro...che post meraviglioso cosi carico di sentimenti veri ed autentici e le amiche quelle care anche se non si vedono costantemente sono sempre nel nostro cuore!!!
    La caponatina mi delizia solo a guardarla deve essere saporitissima!!Un bacio grande,Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Imma, appena finisco di rispondere corro a commentare da te, ho già letto a metà dei dolcini francesi che hai preparato, che fameeeee! Lasciane uno per me che arrivo! :*

      Elimina
  10. Bellissime parole, bellissimi sentimenti, bellissime esperienze. Brava Viviana.... condivido il tuo pensiero sulla dinamicità dell'esistenza e sui cambiamenti da affrontare. Trovo sia il segreto della serenità. Ottimo piatto, non dimentichiamocene ^_^
    Un abbraccio forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Erica! Per arrivare a questo equilibrio ce n'è voluto ma alla fine, è stato bello! Prendo le cose come vengono oggi e forse è anche giusto che sia così :)
      Un abbraccio fortissimo anche a te :* ed un grosso bacio

      Elimina
  11. Le tue ricette sono una continua tentazione! Un bacione cara

    RispondiElimina
  12. Presente! Letto tutto con attenzione e senza annoiarmi! Io e te siamo "amiche virtuali" credo. Abbiamo condiviso un contest, ci siamo scritte in privato, ci siamo sentite per telefono ... certo da qui a parlare di "amicizia" come la racconti tu con Ele (o come la vivo io con Silvia, un amica con cui ho fatto le scuole medie e che tutt'ora sento e vedo regolarmente anche se abitiamo a 200 k, di distanza) ce ne passa. Però sono certa di una cosa, il girono che ci vedremo e ci guarderemo negli occhi sono certa che ci "riconosceremo" perchè io capisco anche da come scrivi se sei contenta o arrabbiata, se sei malinconica o felice. E sono sicura che è così anche per te. Sei riuscita a leggere tutto fino alla fine senza annoiarti? Meno male perchè mi manca di dirti che adoro la caponata e ai primi di ottobre torno a Catania e me la papperò di sicuro!! ;) un baciotto carissima e dolcissima Viviana ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ♥ Ciao Terry, mi sa che sono un libro aperto. Avvolte questa cosa credo turbi me e chi mi parla, dal volto traspare sempre ogni singola emozione o cambiamento d'animo.
      Questa cosa forse mi si ritorce contro ma allo stesso mi rende fiera.
      Hai ragione, a noi manca ancora un contatto vis a vis ma spero che avvenga presto. Mai di re mai :) quello con Ivana era desiderato quanto inaspettato ed alla fine ce l'abbiamo fatta, che meraviglia. Se ci penso sorrido ancora per la gioia!
      Un abbraccio virtuale ma vero :*

      Elimina
    2. non mi sono annoiata affatto! wowwwwww, saluta la mia amata terra anche per me ♥

      Elimina
  13. ti ho appena scoperta tramite il blog di Maddalena (Maddy) e mi sono subito unita ai tuoi followers perché dalle tue parole traspaiono sentimenti di altri tempi...l'amicizia, l'amore, il rispetto.

    io ho preso spesso cantonate e con gli anni ho iniziato ad essere più selettiva nelle amicizie (trovandone peraltro rarissime) perché molte persone mi hanno 'sfruttata' approfittando della mia disponibilità e sensibilità...tanto da essere diventata molte volte l'amica di me stessa (mio marito mi prende in giro dicendo che frullo con la mente, io gli rispondo semplicemente che parlo a me stessa, mi faccio le domande che dovrei fare ad un'amica e mi rispondo anche)

    passando alla tua ricetta...adoro la caponata e la cucina sicula in generale...e la foto è splendida, ti fa venire l'acquolina in bocca!

    buona serata
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia! Non sai quanto ti capisco, io sono stata affossata da persone che consideravo e trattavo come amiche/amici e da maestri che ritenevo insegnanti di vita in certi casi... Più che sfruttata... oggi posso dire con assoluta certezza, invidiata e messa da parte per alcune mie caratteristiche.
      Non desidero peccare di superbia ma gli ambienti che ho frequentato sono intrisi di questo sino all'ultima unghia del piede ed io me ne sono tirata fuori. Lasciandomi dietro affetti non ricambiati ed i relativi strascichi.
      Altre cantonate le ho prese sì! Eccome ma tutto, tutto mi ha resa la persona più forte che sono oggi. Chi ci vuol fare del male, spesso, contrariamente alle sue aspettative ci migliora ;)
      Un abbraccio grandissimo e benvenuta!!!

      Elimina
  14. Questo è davvero un post bellissimo, mia cara Vivi :) L'amicizia, quella vera, è molto rara ed è un tesoro prezioso quando è nella nostra vita... "qualità" è davvero la parola chiave ;) <3 Grazie per la condivisione, sei davvero speciale e spero di conoscerti dal vivo e abbracciarti un giorno :) Questa caponata mi ispira un sacco, che buona deve essere! :P Complimenti e un bacione, buon weekend! :** P.s.: se hai problemi con il tè posso con piacere inviartelo io! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Vale ♡ ♡ grazie a te! Anche io spero di abbracciarti forte fortissimo presto!! Sei troppo carina! Ti aggiorno allora :) qui è difficile come trovare un ago in un pagliaio :) Buon we e buon inizio settimana :*

      Elimina
  15. Vivi è bellissimo questo post.L'amicizia è merce rara.Io la mia Amica l'ho trovata piuttosto tardi,circa dieci anni fa ma da allora non ci siamo più lasciate.Il resto,prima di lei,era fatto di delusioni,di incomprensioni,di porte chiuse in faccia.
    Ti abbraccio forte
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica, grazie! Queste vostre parole mi rincuorano, temevo di essere andata troppo sul personale ed invece scopro che molte di voi leggono anche di questo volentieri!
      L'amicizia è merce rara è vero ma preziosa e noi ce la teniamo stretta forte forte! Un abbraccio grandissimo anche a te!

      Elimina
  16. La vera caponata?? La devo fare accidenti.. non l'ho mai fatta con tutti gli ingredienti necessari!! sembra deliziosa!! grazie per la ricetta!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina :) fammi sapere come va :) UN bacione!

      Elimina

✍ Ogni commento o richiesta di chiarimento è graditissimo

✔ Condividi le foto dei tuoi piatti sui miei social Instagram e Facebook

🍰 Non perderti una ricetta con le newsletter, ISCRIVITI GRATIS