giovedì 28 marzo 2013

Cuddura cu l'ova: la tradizione di Pasqua sulle tavole siciliane

Un tempo, l'uovo di pasqua non si sapeva nemmeno cosa fosse ma, i piccoli e gli adulti siciliani ricevevano ugualmente qualcosa di prelibato nel giorno della festa in dono dai propri cari. Per tutti, c'era la cuddura cu l'ova siciliana, ed ognuno, aveva la sua. Questa tradizione va scomparendo ma per fortuna non in tutte le case. Nella mia ad esempio, ogni anno la mamma ne prepara una a ciascuno di noi, con forme diverse e con un maggiore numero di uova. Non vi dico l'attesa la mattina della Santa Pasqua! Io adoro assaporare insieme il biscotto e l'uovo sodo, cotto per ben due volte. Visto che sono lontana però, negli ultimi anni ho solo potuto ricordare cosa fosse, ecco perché nonostante il rientro da Catania sia ancora fresco ed io abbia molteplici cose da fare in casa, quest'anno ne ho voluto preparare qualcuna. 
Nulla di più semplice da preparare, si tratta difatti di un impasto per biscotto leggermente morbido. Con le dosi elencate potrete ottenere circa tre cudduri. Chi è pronto a seguirmi in questa avventura?


cuddura-siciliana-cu-l-ova

Cuddura cu l'ova siciliana


La lista degli ingredienti

350 grammi di farina 00
130 grammi di zucchero semolato
40 grammi di margarina
40 grammi di burro 
3 uova sode
2 uova medie
5 grammi di lievito vanigliato
latte q.b
1 pizzico di sale
la scorza grattugiata di mezza arancia o mezzo limone
colorante alimentare rosso in gel
confettini piccoli colorati

Preparatela così

  1. In un pentolino fate cuocere tre uova sino a farle divenire sode.
  2. Intanto unite tutti gli ingredienti eccetto il lievito ed impastate sino ad ottenere un impasto non eccessivamente solido ne tropo molle. Io per ammorbidirlo un pò ho utilizzato un cucchiaio di latte, quindi regolatevi in base alla farina, la consistenza è pressoché simile ad una frolla. 
  3. Una volta impastati tutti gli ingredienti, separate una piccola porzione ed impastatela con il colore. Servirà solo per le decorazioni. Nella tradizione questo passaggio non esiste ma mi andava di dare un tocco di modernità alla ricetta utilizzando anche degli stampini ad espulsione.
  4. E l'ora di unire all'impasto classico (non colorato) il lievito vanigliato, amalgamate bene.
  5. Stendete l'impasto ad uno spessore di circa un centimetro e date la forma che desiderate. I soggetti che ho fatto sono tre: un coniglietto, un pulcino ed un cuore ma le forme potranno essere le più disparate, dalla colomba ad un cestino ad esempio, date spazio alla vostra fantasia insomma :)
  6. Una volta ritagliata la forma, adagiate l'uovo sodo che avrete precedentemente colorato e formate un cordoncino con dell'impasto intorno per fissarlo ulteriormente.
  7. Ed ora, decorate a piacere con l'impasto rosso e con i confettini colorati.
  8. Infornate in forno preriscaldato a 200° ventilato per circa 15/20 minuti. Controllate di tanto in tanto, il biscotto non deve essere asciutto ne imbrunito ma leggermente dorato in superficie. La cottura varia di forno in forno. Tirate fuori e lasciate che si freddino e donateli a chi vi sta a cuore. La tradizione ed i sapori nostrani, non sbagliano mai.


2 commenti:

  1. Davvero molto carine, non le conoscevo ma mi hai fatto venire voglia di provarle. Brava!
    Sonia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Sonia! Buona Pasqua, fammi sapere :)

      Elimina

🍰 Non perderti una ricetta con le newsletter, ISCRIVITI GRATIS

✍ Ogni commento o richiesta di chiarimento è graditissimo

✔ Condividi le foto dei tuoi piatti sui miei social Instagram e Facebook